Il settore siderurgico, tra crescite e arresti

70mila addetti diretti e un valore di circa 70 miliardi di euro

Caratterizzato da un eccesso di capacità produttiva, il settore siderurgico ha registrato nel 2021 una produzione di 1,91 miliardi di tonnellate, con un balzo del 3,6% rispetto agli anni precedenti.

L’acciaio italiano, nonostante alcune difficoltà, in Europa vanta il secondo posto con una settantina di miliardi di euro di fatturato totale della filiera e 24,411 milioni di tonnellate nel 2021. Numeri che gli consentono di concorrere al fatturato dell’intero settore manifatturiero italiano per circa il 3,5% in termini diretti con 70mila addetti.

Ciò nonostante, i rincari e le tensioni geopolitiche hanno comportato un significativo rallentamento della produzione siderurgica.

Compila il form sottostante per ricevere la versione completa del report

"L’industria siderurgica in Italia nel 2021"

​ ​
​ ​